L'OEAS riconosce 10 rivendicazioni nuove dell'AMOMU


Aphrodite IslandSabato 5 maggio 2012, l'Organizzazione degli Stati Africani Emergenti (OEAS) ha finalmente riconosciuto 10 ulteriori titoli allodiali che l'AMOMU rivendica al di là del reclamo di Banc du Geyser — que- st'ultimo reclamo è stato riconosciuto il 14 settembre 2011. Questa decisione, a sua volta, ha portato il numero totale dei reclami insulari africani riconosciuti che l'AMOMU rivendica a 11.

La OEAS ha inoltre riconosciuto il reclamo fondiario dell'AMOMU sulla terra di altre due isole o arcipelaghi — Mayotte e le Isole Chagos — in modo che l'AMOMU possa adempiere la sua missione di Pro- tettore per le isole africane.

Va notato che con la decisione dell'OEAS, 5 nuove isole o arcipelaghi sono diventati parte del continente africano: Isola Afrodite, una nuova isola rivendicata solo dall'AMOMU che si trova nel Mar Rosso, così come le isole o arcipelaghi di Isola Amsterdam, Isola Saint Paul, le Isole Crozet, e le Isole Kerguelen, già consi-derate parte dell'Antartide, anche se non rientrano nel Trattato Antartico.

L'AMOMU ora rivendica un totale di 29 isole, nuove isole, isole che stanno scomparendo e quasi-isole nell'Oceano Pacifico, Mar Caraibico, Mar Mediter-raneo, Mar Rosso e Oceano Indiano, con una superficie totale di circa 7.695 chilometri quadrati (2.971 miglia quadrate).

Terra FabianaOltre a questo, l'AMOMU rivendica la Fabian Gottlieb Land (in passato nota come Terra Adelia), adesso co- nosciuta anche come Terra Firma o Terra Fabiana, un settore del conti- nente antartico con una superficie di 432.000 chilometri quadrati (166.796 miglia quadrate), o delle dimensioni dell'Iraq. La Fabian Gottlieb Land è territorio antartico che è rivendicato dalla Francia come uno dei cinque distretti delle Terre australi e antarti- che francesi. Tuttavia, non tutte le nazioni hanno dato riconoscimento diplomatico a questa rivendicazione terri-toriale. La sovranità della Francia non è riconosciuta a livello internazionale su questo reclamo. Ad esempio, gli Stati Uniti non riconoscono il reclamo francese di Terra Adelia. Quindi, al di fuori della logica del sistema del Trattato Antartico (ATS), Terra Adelia è in realtà soltanto un altro territorio contestato. Va inoltre notato che le rivendicazioni ATS non indicano riconoscimento de iure. Queste son tutte le rivendicazioni de facto, così il Trattato Antartico non gode dello status di una consuetudine del diritto internazionale. Nella Consensus AMOMUS N. 1, il primo importante parere legale dell'AMOMU, l'AMOMU ha dichiarato: «L'AMOMU non accetta i reclami del Trattato Antartico, e sarebbe libero di farlo anche se il Trattato Antartico fosse una norma del diritto internazionale consuetudinario, che non lo è.»

Delle 29 rivendicazioni insulari dell'AMOMU, 22 reclami, o 76 per cento dei reclami, sono stati riconosciuti dal Parlamento Mondiale degli Stati per la Sicurezza e la Pace (ISPSP) o dall'Organizzazione degli Stati Africani Emergenti (OEAS).